Ricette Romane - Le Ricette della Cucina a Modo Mio - La Cucina a Modo Mio - Parola di Chef

Parola di Chef cosa tratta:  
Scuola di Cucina
Programma in Radio
Guida alla Degustazione
Ricette Rivisitate
Vai ai contenuti

Menu principale:

PASTA ALLA GRICIA

La Cucina a Modo Mio - Parola di Chef
Pubblicato da in Ricette Romane ·


Un’antica ricetta rivisitata nel metodo di cottura

La ricetta della pasta alla Gricia ricorda la carbonara, infatti la differenza é che in questa manca l’uovo così da renderla più leggera, anche se abbiamo all’interno il guanciale che io, per tradizione consiglio sempre quello della mia terra, cioè il suino nero di Calabria, perchè è più saporito e poi perchè sono presenti dei grassi buoni che non fanno male al colesterolo.

Questo è un piatto tipico della zona appenninica del Lazio e dell’Abruzzo ed è un piatto molto antico della cucina contadina di quelle parti. Il nome deriva dal fatto che i cittadini di Roma chiamano gli abitanti della zona appenninica proprio “grici”.

Ingredienti per 4 persone:
– 320 grammi di spaghetti alla chitarra trafilati a bronzo
– 100 grammi di pecorino romano grattugiato
– 100 grammi di lardo di suino nero
– 50 grammi di parmigiano reggiano
– 20 cl di olio di oliva
– Sale e peperoncino quanto basta

Procedimento:
Prendiamo una pentola e cuociamo in abbondante acqua salata i nostri spaghetti per circa 2/3 minuti fino a quando si piegano e sono un po’ morbidi.

Nel frattempo prendiamo un padella antiaderente e cuociamo il nostro lardo di suino nero di Calabria, lo facciamo dorare bene, leviamo solo il lardo e lasciamo il grasso sciolto.

Scoliamo la pasta ancora dura e mettiamola nella padella antiaderente ove avevamo cotto il nostro lardo di suino nero e lasciato il grasso sciolto. Aggiungiamo l’olio e il peperoncino, saltiamo per bene gli spaghetti, aggiungendo man mano che si secca, l’acqua di cottura che avevamo usato per ammorbidire la pasta. L’amido aiuterà a creare una crema molto gustosa.

Dopo, quando gli spaghetti sono al dente, mettiamo il lardo e poi il pecorino e il parmigiano, saltiamo il tutto e amalgamiamo per bene aiutandoci con un forchettone di plastica cosi da evitare di rigare la nostra padella antiaderente

Prendiamo un piatto e serviamo ben calda la nostra Gricia rivisitata in chiave moderna. Aggiungiamo solo se vogliamo un po’ di pepe nero macinato al momento.

ABBINAMENTO:
Con la Gricia si abbina perfettamente un vino bianco aromatico, per esempio il tocai fruliano o il werustraminer, poichè il vino si sposa bene con la delicatezza del piatto senza sovrastare il suo sapore.




SPAGHETTI ALLA CARBONARA

La Cucina a Modo Mio - Parola di Chef
Pubblicato da in Ricette Romane ·
La ricetta tradizionale della carbonara rivisitata da me, ha una differenza rispetto all’originale: la cottura. Noi la faremo risottata, una modalità di cottura usata molto per la pasta trafilata a bronzo e aggiungeremo l’acqua frizzante.

BUCATINI ALL’AMATRICIANA

La Cucina a Modo Mio - Parola di Chef
Pubblicato da in Ricette Romane ·
Continuano anche questa settimana le ricette dedicate alla cucina romana, questa settimana la ricetta sarà dei bucatini all’amatriciana, piatto nato nella città di Amatrice ai confini del Lazio.
Torna ai contenuti | Torna al menu